Whirlpool, dipendenti respinti dalla festa dei Cinque Stelle: “Voi non potete entrare”

Tenuti fuori dai cancelli della festa del Movimento 5 Stelle che si sta tenendo a Napoli. Una trentina di lavoratori Whirlpool dello stabilimento del capoluogo campano che è in via di chiusura, è stato respinto ai cancelli di Italia 5 Stelle, la festa pentastellata che quest’anno celebra il decennale per l’appunto a Napoli. Cosa ci sarà da festeggiare ci chiediamo noi? Ah già, come riporta VoxNews, celebrano la fusione con il Partito Democratico, il partito di Bibbiano per intenderci, il partito dello scandalo degli affidi illeciti.

“Non ci fanno entrare”, hanno protestato i lavoratori rimasti fuori in segno di protesta: “I Cinque Stelle ci lasciano fuori”. Uno di loro se la prende anche con il leader del M5S, Luigi Di Maio: “Lo abbiamo osannato quando era al Ministero dello Sviluppo Economico e ora ci lascia qui fuori”. Qualcuno ritenta di imboccare il cancello ma è stato prontamente bloccato dagli agenti. Una delegazione di operai ha poi incontrato in privato il Ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, nel pomeriggio.

Non si è fatta attendere la reazione indignata di Salvini: “Sentivo il Giornale Radio venendo qua che c’è la festa dei Cinque Stelle a Napoli che c’erano trenta operai della Whirlpool che rischiano il licenziamento e che volevano entrare e li hanno tenuti fuori. Passare dalla rivoluzione del popolo a tenere fuori gli operai dalla propria festa perché gli rovinano la festa. A me fa tristezza una roba del genere”. Lo ha dichiarato l’ex ministro dell’interno in un comizio a Giano dell’Umbria. (La Sicilia)

Condividi!

2 commenti

Rispondi