Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni in coro a Salvini: ‘Matteo, il Movimento 5 Stelle ti fa male’

Prima Silvio Berlusconi, poi Giorgia Meloni. Non passa giorno senza il pressing dei “vecchi” alleati di centrodestra su Matteo Salvini. Unanime la richiesta: mollare i Cinquestelle e ricostruire da subito la coalizione tra Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Berlusconi e Meloni pungono il ministro dell’Interno nell’orgoglio, accusandolo di aver calato le braghe davanti ai pentastellati: “Sicuramente Salvini è stato l’uomo forte del governo, ma in tema di contenuti ha ceduto”, attacca la presodente di Fratelli d’Italia ospite di Lucia Annunziata a In mezz’ora. “C’è il reddito di cittadinanza, ma non la tassa piatta; non ci sono aiuti alle famiglie; sulla castrazione chimica la Lega non ha votato la nostra proposta”. E dire, ricorda Meloni con una punta di perfidia, “io lo dissi a Salvini, quando stavano formando il governo, che i rapporti di forza sarebbero sempre stati sbilanciati a favore dei 5Stelle, con il premier Conte indicato da loro. Dissi a Salvini che questo era un rischio molto alto ed è esattamente quello che è accaduto”.

Ieri, dalle colonne della Stampa, Berlusconi ha fatto lo stesso. Invitando Salvini a riflettere sulle modalità con le quali il capo del Viminale è stato costretto a subìre la defenestrazione del sottosegretario leghista Armando Siri. «La decisione del premier Conte, che ha ritirato le deleghe a un sottosegretario su espressa indicazione del M5S, costituisce un’umiliazione per lui”. Il Cav rigira il coltello nella piaga: «I Cinquestelle hanno imposto tutte le loro ricette economiche. Salvini non può continuare su questa strada: sarebbe con- siderato corresponsabile, anche dai suoi, di tutto il male che questo governo sta facendo». Un pressing, neanche troppo discreto, che Berlusconi porta avanti da tempo sul leader della Lega.

Ad esempio giovedì sera, ospite di Porta a Porta, l’ex premier ha rivelato che il ministro dell’Interno lo ha rassicurato: “Mi ha garantito che andiamo avanti col centrodestra». Un modo per aumentare la pressione sul Capitano, che ieri ha fatto spallucce di fronte ai suoi (ex) alleati: «Io sono orgoglioso di quello che abbiamo fatto in questi mesi al governo. Le opposizioni fanno le opposizioni: il Pd critica, Forza Italia critica… Io sono al governo e devo dare risposte”. Oggi Berlusconi inizia il suo tour de force in tv: ospitate in serie per tirare la volata a FI. Un buon risultato, soprattutto al Sud e nelle Isole, obbligherebbe Salvini a trattare in ottica nazionale. Sabato l’ex premier ha registrato il suo primo video nato per i social media, che in poche ore ha superato il milione di contatti.

Fonte: Liberoquotidiano.it

Rispondi