Sea Watch, l’appello della comandante: ‘Dobbiamo far sbarcare i migranti il prima possibile’

“Abbiamo immediata necessità di sbarcare queste persone in sicurezza il prima possibile” poiché la loro situazione è sempre più precaria. E’ l’appello che arriva dalla comandante della Sea Watch 3 Carola Rackete che dallo scorso 14 giugno si trova al largo di Lampedusa senza poter entrare nelle acque territoriali italiane.

Il ministro Salvini, dice la donna in un video pubblicato su Twitter, “ha emanato un nuovo decreto legge che ci impedisce di entrare nelle acque territoriali, in contrasto con la legge del mare”. Ma “in questo modo non abbiamo alcuna opzione per sbarcare le 43 persone ancora a bordo, che sono sempre più preoccupate del loro futuro” e della possibilità di scendere a terra. Inoltre, conclude la comandante, “il rollio della nave è costante, ogni giorno, e ci sono problemi di disidratazione”.

Fonte: La Provincia Pavese

Rispondi