Sardine, inviti ad attivisti partono da mail ufficiali del Partito Democratico

Roberto Calderoli (Lega) smaschera le sardine pubblicando una mail che certifica che il movimento fondato da Mattia Santori è “una emanazione del Partito Democratico, una loro creatura, senza il loro marchio perdente”.

La mail è l’invito alla manifestazione di Cremona, che si è tenuta ieri sera alle 18:30. È stata spedita dall’indirizzo mail del Partito Democratico:

Il messaggio recita: “Le sardine cremonesi confermano l’incontro di venerdì 20 dicembre in piazza della Pace. Sarà un incontro festoso al quale sono invitati tutti coloro che condividono il desiderio di una nuova società basata su ideali come l’antirazzismo, l’antifascismo, il rispetto di tutti e di ciascuno, l’attenzione all’ambiente, la legalità, la promozione della pace, l’accoglienza e la fratellanza”. Lo riporta il quotidiano il Giornale.

Secondo Calderoli, la mail inviata dal Partito Democratico svela una “banale e scontata verità”. E cioè che “le giovani e ingenue sardine altro non sono che i giovani del Pd”. “Non che ci fossero dubbi a riguardo, ma almeno da adesso si gioca a carte scoperte. – conclude l’esponente storico della Lega – Le Sardine non sono il nuovo che avanza, sono il vecchio che conosciamo bene con le insegne del Partito Democratico che perde a ogni elezione”.

Condividi!

2 commenti

  1. Ora si scatenerà la la macchina del falso e della calunnia, la noncuranza e il mantenimento di un profilo privo di odio e violenza verbale sarà l’elemento vincente che marcherà una distanza infinita tra le sardine e la parola dell’odio.

Rispondi