“In Emilia va tutto bene, non c’era bisogno di fare campagna elettorale”

L’ultimo delirio di Mattia Santori, uno dei quattro leader del movimento delle sardelle: “In un Paese normale non c’è bisogno di sospendere un governatore dai suoi incarichi per fare campagna elettorale, basterebbero i fatti”. Pronta la replica di Floris: “Si chiama democrazia, si vota”.

Come se in Emilia-Romagna tutto funzioni alla grande, per merito del Partito Democratico. Ogni regione ha le sue gatte da pelare: bisognerebbe intervenire su disoccupazione, infrastrutture, tasse, burocrazia ecc. ecc. Lo spezzone è tratto dall’ultima puntata di Piazza Pulita andata in onda La7, l’emittente televisiva vicina alla sinistra.

Condividi!

Rispondi