Salvini respinge Alex da Lampedusa: polizia impedisce sbarco, ‘Trainati verso Malta’

‘Nave Alex è entrata in porto per stato di necessità. Ora i naufraghi soccorsi vengano fatti sbarcare subito e curati”. Così in un post su Facebook Mediterranea, l’ong dei trafficanti umanitari dei centri sociali.

L’imbarcazione a vela dell’Ong, con a bordo 41 clandestini prelevati giovedì in acque libiche, ha forzato il blocco imposto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini ed ha da poco attraccato al porto di Lampedusa. I clandestini sono ancora tutti a bordo della nave con indosso i giubbotti di salvataggio. Sul molo le forze dell’ordine.

Immenso Salvini:

E si apprende che la nave sarà rifornita e poi trainata verso Malta. Almeno queste le intenzioni. Vediamo cosa succede. Vediamo se i magistrati si mettono, ancora una volta, di traverso.

Ad annunciare l’irruzione illegale era stato uno che di irruzioni illegali si intende, il noto pregiudicato Luca Casarini: “Sono partiti. Nave Alex si sta dirigendo verso il porto di Lampedusa ed entro un’ora saranno lì”, ha affermato all’Adnkronos. A bordo di nave Alex ci sono 41 migranti più l’equipaggio. “La situazione a bordo era impossibile da sostenere – ha proseguito Casarini – Mancava l’acqua. Uno stato di necessità. Bisogna entrare. Basta”.

E ha mentito. Ancora una volta. Ha indicato la mancanza di acqua come motivo per irrompere in acque italiane. Invece:

Non possiamo più affidare la volontà della maggioranza degli italiani a qualche toga e alle sue idee politiche personali contrarie a quelle della maggioranza. Non funziona così la democrazia.

Fonte: VoxNews

Rispondi