Salvini aggredito e minacciato da estremisti di sinistra: nessuno ne parla

L’ex ministro degli Interni Salvini alle agenzie di stampa: “Minacce a me sono di serie B? Massima solidarietà a Liliana Segre, ma è surreale che ci siano minacce di morte di serie A e di serie B. Quasi che scrivere su un muro ‘Salvini crepa’ fosse un passatempo di sinistra”. Così il leader del Carroccio ed ex vicepremier.

Dopodiché, il leader della Lega ha aggiunto: “Essere antisemiti nel 2019 è da ricovero, da malato di mente. Lavoreremo perché ci siano sempre meno odiatori”.

E su Arcelor Mittal: “Io querelo poco o niente. Ma oggi un po’ di gente la querelo, visto che dicono che abbiamo azioni o bond”. Infine: “Nessun Paese è ostaggio di un governo così incapace. Italia Viva mette i bastoni tra le ruote a questo governo? Lunga vita a Italia Viva”. (rainews.it)

L’attacco dell’altro giorno a Salvini, se fosse stato fatto contro la senatrice Segre avrebbe scatenato un putiferio mediatico non indifferente. Un po’ come l’uovo lanciato contro l’atleta di colore Daisy Osakue, ricordate? Se ne parlò per oltre un mese e alla fine si trattò solo di un atto goliardico.

Invece se si aggrediscono, minacciano, insultano esponenti di centrodestra o di destra, come se non fosse accaduto nulla. Due pesi e due misure.

Condividi!

Rispondi