Piacenza, parroco accoglie migranti in Chiesa: pestato e rapinato

Una storia per convincere un parroco di un paesino in provincia di Piacenza ad accoglierli in Chiesa e dare loro qualche soldo, e poi i due stranieri lo hanno aggredito alle spalle e rapinato con violenza.

L’aggressione nella parrocchia della frazione di Castell’Arquato, dove il prete è stato avvicinato da due giovani clandestini dichiaratisi bisognosi di aiuto finanziario per ritornare in patria.

Così, il parroco di 75 anni, per nulla insospettito, e forse desideroso di vederli tornare a casa loro, ha deciso di aiutarli.

Ma una volta andato a prendere il danaro, i due immigrati l’hanno seguito e assalito alle spalle per appropriarsi indebitamente di tutti i soldi. Dopo averlo colpito e spintonato con violenza, gli stranieri sono fuggiti dalla canonica con un bottino di 500 euro e sono saliti a bordo di un’autovettura posteggiata all’esterno, facendo perdere le proprie tracce.

Ancora sotto choc e dolorante, il parroco ha contattato telefonicamente le forze dell’ordine. La vittima della rapina, a causa del forte trauma subito, ha accusato un malore ed è stato ricoverato in ospedale. Dei due stranieri ancora nessuna traccia. Dileguati. (Il Giornale)

Condividi!

Rispondi