Padova, sindaco Lega invia diffida a Lamorgese: “Qui non vogliamo profughi”

«Si diffida l’illustrissimo Ministro dell’Interno ed ogni organo ad esso frapposto – riporta Tiberio Businaro – a non assegnare al Comune di Carceri persone di origine ignota generalmente definiti “profughi” ed in specie privi di originali documenti di riconoscimento e o di qualsiasi riferimento storico relativo alla loro storia giudiziaria, ritenendolo, in caso contrario, direttamente responsabile per la causazione di danni a cose o a persone derivanti dal comportamento dei cosiddetti “profughi”».

Nella missiva il primo cittadino ritiene il ministero responsabile «di ogni necessaria spesa volta a prevedere ed eventualmente contenere il pericolo di contagio di malattie o l’adozione di misure utili alla pubblica sicurezza». Il sindaco Businaro punta il dito, tra l’altro, contro l’operato delle Organizzazioni non governative e l’aumento degli sbarchi.

«Si tratta di una posizione unilaterale e politica quella del sindaco di Carceri Tiberio Businaro, della quale non posso far altro che informare il Ministero». Questa la replica del Prefetto Renato Franceschelli. «Non sono certo io a prendere decisioni – spiega Franceschelli – se non arriveranno profughi non li assegneremo ad alcun comune, se arriveranno capiremo come gestire la situazione così come è stato fatto in passato. Per quanto mi riguarda la lettera del sindaco verrà inviata al Ministero per debita conoscenza». (VoxNews)

Un commento

  1. Bravo!
    Bisogna mettere questi irresponsabili nelle condizioni di pagare per i loro atti.
    Con questa diffida può domani promuovere un’azione legale nel caso si verifichino i danni paventati.
    .

Rispondi