M5s tradisce ancora: vota sì al Global Compact che apre le porte all’invasione

Al Parlamento UE i grillini hanno votato a favore del Global Compact, il famigerato patto delle Nazioni Unite che di fatto introduce il principio della migrazione senza frontiere e regole. Quattordici sono i parlamentari grillini, gli stessi risultati decisivi per la nomina alla Commissione europea di Ursula von der Leyen, che hanno votato sì nella plenaria di Strasburgo al piano delle Nazioni Unite. Lo riporta l’Huffington Post.

Nell’emendamento, anche una parte che elogia il lavoro delle Ong. Il testo, infatti, “denuncia la morte di rifugiati e migranti e le violazioni dei diritti umani cui sono sottoposti nel Mar Mediterraneo; denuncia inoltre gli attacchi contro le Ong che aiutano queste persone; chiede che l’Ue e i suoi Stati membri aumentino l’assistenza umanitaria per le vittime di sfollamenti forzati; chiede che l’UE e i suoi Stati membri forniscano sostegno alle comunità che ospitano i rifugiati; ribadisce che l’attuazione dei patti globali sulla migrazione e sui rifugiati deve pertanto andare di pari passo con l’attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, come stabilito negli obiettivi di sviluppo sostenibile, nonché con maggiori investimenti nei paesi in via di sviluppo”.

Protesta Giorgia Meloni: “I grillini in pieno delirio mondialista e immigrazionista al Parlamento Europeo dicono sì al Global Compact, il patto ONU che introduce il principio della migrazione libera e senza regole: praticamente il via libera all’invasione. Questo è solo l’ultimo della serie infinita dei voltafaccia del Movimento 5 Stelle, con l’aggravante che si schierano contro il voto del Parlamento italiano. Abbiamo fermato da soli il Global Compact qualche mese fa, siamo pronti a rifarlo qualora quei partiti sempre più distanti da ciò che pensa il popolo italiano provino a farlo rientrare dalla finestra!”.

Condividi!

2 commenti

Rispondi