Migranti: due suore africane rimangono incinte a Messina e a Ragusa

In due paesi siciliani, nel Messinese e nel Ragusano, non si parla d’altro in questi giorni. Come riporta la Repubblica, due suore di origine africana, molto conosciute per il loro impegno, sono incinte.

A Militello Rosmarino, la religiosa era andata in ospedale perché accusava forti dolori addominali, i medici hanno fatto un’ecografia e hanno scoperto la gravidanza. Lei ha trentaquattro anni, adesso si trova a Palermo, trasferita in un altro istituto. Ambienti ecclesiastici fanno sapere che la donna, dopo avere partorito, potrà scegliere di abbandonare l’Ordine e fare la mamma a tempo pieno.

L’altro caso a Ispica, riguarda una suora del Madagascar, che era madre superiore di un istituto che si occupava dell’assistenza agli anziani: è già tornata nel suo paese d’origine.

Il sindaco di Sant’Agata di Militello Rosmarino, Salvatore Riotta, parla di “rammarico per quanto avvenuto”. E aggiunge: “Sono cose che dispiacciono, la nostra comunità di milleduecento abitanti è sconcertata. La situazione è stata gestita male e non in modo riservato come si doveva”.

Il primo cittadino, che dice di conoscere bene la suora, racconta che “meno di un anno fa la suora aveva preso i voti, si è sempre fatta volere bene da tutti”, Riotta tiene a precisare come “il collegio Bambin Gesù sia un istituto molto serio”. (palermo.repubblica.it)

Condividi!

Rispondi