Migranti, Brignone (Possibile): ‘Vado a Lampedusa per chiedere sbarco, invito altre forze politiche’

La segretaria di Possibile, Beatrice Brignone, annunciando il suo viaggio a Lampedusa, spiega in una nota: “Di fronte a una violazione dei diritti umani e del buonsenso, tanto citato dal ministro dell’Interno, ho deciso di andare a Lampedusa per chiedere lo sbarco dei migranti presenti sulla Sea Watch e per manifestare tutta la mia vicinanza alle persone presenti sulla nave. Perché, ricordo, parliamo di persone non di numeri. E sia chiaro: non deve esserci alcuna ‘rappresaglia’ contro la comandante della nave, che sarebbe colpevole di voler salvare delle vite umane. Spero che le altre forze politiche vogliano unirsi a Possibile in questo gesto di vicinanza alle persone si impegnano per fini umanitari. Ma che, per assurdo, vengono trattate come criminali”.

Quindi, Brignone aggiunge: “Lo abbiamo già denunciato in più occasioni che le politiche di Salvini, sempre più capo del governo, stanno producendo disastri su tutti fronti. Bisogna fermare questo scempio in ogni modo e serve un’opposizione intransigente al cosiddetto decreto Sicurezza bis. Per questo è necessaria la presenza a Lampedusa”. 

Fonte: Agenzia Nova

Rispondi