L’equazione multiculturalismo = progresso non ha riscontro nella realtà

Un articolo che tutta la sinistra e i suoi sostenitori dovrebbero leggere. Il riferimento è alla Lettera Politica 794 del Centro Culturale l’Officina, sulla quale Roberto Gallo titola: “Multiculturalismo non è progresso” spiegando che l’equazione multiculturalismo=progresso non ha riscontro nella realtà. E’ solo una narrazione di pseudo-intellettuali alla Saviano allo scopo di forgiare e ripetere nuove parole per costruire un “gergo” migrazionista per rendere accettata la sostituzione di popolazione. Così il clandestino diventa prima “migrante”, poi “profugo”, trasfigurazione diretta ad impietosire i telespettatori. La Sinistra ha sostituito il “proletario” col “profugo”, ma non si è accorta che gli islamici presto imporranno il velo alle varie Boldrini e Cirinnà.

In un notissimo libro (The Disuniting of America) A. Schlesinger notava che il melting pot non solo non si è realizzato ma, al contrario, la società americana s’è multitribalizzata. Il sogno di sushi, spaghetti, hamburger e cous-cous nel medesimo piatto si è infranto. Solo la stupidità o gli interessi possono ancora riproporlo.

In termini di criminalità, negli USA i neri rappresentano solo il 12,3% della popolazione e gli ispanici il 15,6% e commettono il 56% degli omicidi ed il 60% dei reati contro il patrimonio (dati US Department of Justice; https://www.bjs.gov/content/pub/pdf/rhovo1215.pdf). Un carcerato costa 164.000 USD l’anno. Un anno ad Harward 35.000 USD.

Sotto il profilo antropologico, la società ha potuto svilupparsi ai livelli attuali grazie ai “valori” ed alla “fiducia” che ne discende dalla comune accettazione. Il crollo dei valori determina la fine di quello che era un evidente vantaggio competitivo.

Fino agli anni novanta in Gran Bretagna la Polizia era disarmata perché c’era un tacito accordo con la criminalità al non uso delle armi. Un famoso caso di violazione di tale regola accadde negli anni ’60 e la criminalità reagì consegnando il colpevole: la struttura sociale fondata sulla fiducia era salva.

In Germania era comune che il postino consegnasse la pensione, in contanti, agli anziani. La fiducia regolava la società sulla base di un principio sorto nel corso di secoli all’interno di una cultura omogenea. Minare questi “valori” attraverso il melting-pot significa minare la “fiducia” e quindi la società stessa. (L’Officina)

Condividi!

Rispondi