Lecco, africano prese a pugni due donne senza motivo: assolto per “disagio psichico”

Un disagio psichico troppo grave: si è concluso con l’assoluzione per vizio totale di mente il processo a carico di Manaf Abuel Cocobissi, classe ’95 e originario del Togo ma in Italia fin da giovanissimo con la famiglia, responsabile del pestaggio avvenuto lo scorso 10 settembre nel sottopassaggio della stazione ferroviaria di Lecco.

Il giudice Manzi ha pronunciato la sentenza intorno a mezzogiorno di venerdì al Palazzo di Giustizia davanti all’immigrato, che ha assistito all’udienza scortato dagli agenti della Polizia, e alle due donne vittime dell’aggressione.

Il magistrato, alla luce della condizione psichiatrica del 24enne (riscontrata da tempo), lo ha assolto ma ha previsto nei suoi confronti una misura di sicurezza di due anni, durante i quali il ragazzo dovrà essere ospitato e seguito in una struttura idonea. (lecconotizie.com)

Per un maggior approfondimento: QUI

Rispondi