La delirante lettera del tedesco Seehofer a Salvini: ‘Aprite i porti’

Primo di riportare il testo della lettera di Seehofer ricordiamo che, da qualche mese, Berlino  ci rimanda indietro migliaia di migranti “dublinanti” con metodi non certo ortodossi. Alcuni migranti hanno infatti raccontato che i poliziotti tedeschi li hanno prima buttati per terra per ammanettarli e poi, dopo averli sedati, li hanno messi su un volo per Roma.

A questo, va aggiunto che è della Germania  l’idea di regalare miliardi a Erdogan per fermare i clandestini giunti in Turchia che vorrebbero intraprendere un viaggio verso l’Europa orientale.

Va inoltre sottolineato che il Paese che ha dato vita alla maggior parte delle Ong è la Germania

(Armando Manocchia)

Ed ecco il testo della lettera.

“Le chiedo di riconsiderare la sua posizione di rifiutare l’apertura dei porti italiani”. E’ un passaggio della lettera, a cui l’Adnkronos ha avuto accesso, che il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer ha inviato al ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Conosco bene e riconosco gli sforzi compiuti dal governo italiano e il grande contributo che il popolo italiano ha apportato per contribuire alla soluzione della situazione dei migranti e al miglioramento della situazione umanitaria nel Mediterraneo. L’Italia ha più volte beneficiato della solidarietà degli Stati membri europei in passato“. (Tutti gli italiani che si sono suicidati a causa dell’austerity possono testimoniarlo!, ndr)

La Germania e l’Italia, in quanto Stati membri fondatori dell’Unione europea, devono riuscire a trovare risposte europee alla sfida della situazione migratoria nel Mediterraneo” si legge.

La risposta di Salvini: ”Chiediamo al governo Merkel di ritirare la bandiera tedesca alle navi che aiutano trafficanti e scafisti, e di rimpatriare i loro cittadini che ignorano le leggi italiane’‘.

Fonte: ImolaOggi

Rispondi