Konaré sbugiarda la Bellanova: “Voi non volete migranti, ma schiavi africani da sfruttare”

Secondo il nuovo ministro dell’agricoltura, la renziana Teresa Bellanova, i porti italiani devono rimanere aperti perché i ragazzi italiani non vogliono più fare lavori usuranti e quindi, per sopperire a questa carenza, bisogna importare forza-lavoro dai paesi africani.

Alla Bellanova replica Mohamed Konarè, che la smentisce definendo l’idea per quello che è: schiavismo.

Condividi!

18 commenti

  1. Scusate ma prima. He tu parenti stranieri non devi chiedere il permesso al popolo per dire se vogliono o no. Penso che per diritti non si fa a come ti pare e piace a tutti voi.

  2. Li voglio vedere gli italiani a raccogliere i pomodori e mungere le mucche in alpeggio alle 4 del mattino o pulire i cessi sugli autogrill dell’autostrada. Senza di loro l’Italia si ferma.

    1. Negli anni 60/70 era già un onore portare in tavolo il cibo per i propri figli
      Valanghe di persone venivano dal sud Italia e svolgevano a volte molto sfruttati i lavori più umili con molta dignità oggi come ieri chi ha veramente bisogno fa qualunque lavoro,ma va eguamente retribuito,senza sconti per nessuno

    2. Basta che:CHIUNQUE faccia quei determinati lavori.
      …nero…giallo…bianco.fucsia…venga retribuito come Cristo comanda….l haiiiiii e PAGAAAAAAAaa””..non Dargli la paga da Schiavo.

    3. Brutto brutto brutto idea schiavista e non è vero persone disposte a fare lavori ce ne sono ovunque anche se non tutti lo sono

    4. Mio nipote 17 anni studente di liceo va ha raccogliere le pere e fa la vendemmia nel mantovano tutti gli anni .
      Nelle toilette dei centri commerciali e autogrill io vedo italianissime signore che fanno il loro lavoro.
      Non c è nulla di male a lavare i bagni esattamente come non c è nulla di male a fare le infermiere e quindi pulire i malati o gli anziani.
      Mi sa che il razzista nullafacente sei tu.

    5. Ma dove vivi?Io li ho visti e li vedo italia ni a mungere, coltivare, gestire lo stallatico. Sono i ns agricoltori, ragazzo, non li hai mai vist? Vai in campagna, qualsiasi, non solo sulle malghe e li troverai!! Non cercarli a fontan de Trevi!!

  3. Non concordo. Gli italiani fanno qualsiasi tipo di lavoro per sbarcare il lunario. Non bisogna allinearsi al pensiero comune, si deve osservare, conoscere e poi parlare. Il caporalato esste da bem prima del fenomenodei migranti.

    1. Quasi tutti i lavori, e lo dico per esperienza, nelle aziende metalmeccaniche ,oleodinamiche, fonderie , sabbiature , sono tutti ragazzi di colore

  4. È solamente un affare per chi si prende “cura” degli immigrati marciando i sopra… Vedi cooperative rosse e chi ha alberghi, case sfitte o grandi magioni non usate

  5. Biondo, vallo a dire al tuo popolo di restare nella propria terra e fare in modo di creare là le condizioni per sopravvivere e crescere.

  6. Se accettiamo i privilegi di consumismo/benessere legati allo sfruttamento del più debole, non possiamo poi chiuderci nei nostri egoismi strambondanti e far finta di niente.. l’Occidente in generale è egoista!! Non può esserci pace in questo modo.

Rispondi a Nadia Manfrin Annulla risposta