Il Pd ha deciso di sparire. E sceglie Moscovici come sponsor

(Imola Oggi) – Adesso il Pd cavalca Moscovici per la corsa alle Europee del prossimo 26 maggio. Il Commissario agli Affari Economici parteciperà oggi ad un incontro a Roma a Piazza Pietra per discutere di Europa con due esponenti del Pd, Paolo Gentiloni e il candidato dem Roberto Gualteri. Di fatto i dem usano uno dei più forti sostenitori dell’austerity per lanciare la campagna elettorale per Strasburgo del numero 3 nella lista della corcoscrizione Centro Italia. E come sottolinea la Verità, la presenza di Moscovici all’incontro dem fa a pugni con il programma dello stesso Gualteri:

Sono stato in prima linea nella lotta contro l’austerità europea e per una riforma del Patto di stabilità e tra gli artefici dell’introduzione delle nuove regole sulla flessibilità, che hanno consentito all’Italia di evitare 43 miliardi di tagli e tasse“, si legge nel programma del candidato dem. Ma in questo caso per il Pd non importa che il commissario Ue suporti ricette economiche totalmente opposte, viene usato come figurina in chiave anti-sovranista.

A dargli i gradi di “generale dem” sono state queste parole pronunciate qualche mese fa: “Gli italiani hanno scelto un governo risolutamente xenofobo, che anche sulle questioni migratorie tenta di disfarsi degli obblighi europei”. Il Pd dunque ha deciso di usare come testimonial per la sua campagna uno dei principali “nemici” in Europa del governo gialloverde. Un gesto chiaro che può portare all’ennesimo harakiri del partito di largo del Nazareno.

Moscovici non ha mai avuto parole tenere per il nostro Paese e lo scorso 28 settembre parlava così: “L’Italia sta facendo scelte che rischiano d’impoverire i suoi cittadini. Chi fa rilancio economico quando è indebitato ottiene il risultato opposto, e alla fine paga sempre il popolo”. Probabilmente il Commissario Ue sosterrà queste tesi anche nell’incontro con gli esponenti del Pd. Ma di certo dfficilmente riuscirà con la sua presenza sul palco a portare qualche voto in più nell’urna a favore del partito di Zingaretti…

Rispondi