Governo, le Iene trovano la “parcella fumante”: dimissioni ad un passo

“Nella puntata di questa sera de ‘Le Iene’, Antonino Monteleone e Marco Occhipinti ci mostrano altri documenti esclusivi che dimostrerebbero che il premier Conte avrebbe mentito sui suoi rapporti di lavoro con il professor Guido Alpa e che quest’ultimo non avrebbe potuto esaminarlo nel concorso che lo nominò professore di diritto privato a Caserta“.

È quanto si legge in un post pubblicato sul sito del programma di Italia1, rilanciato anche attraverso i social network della trasmissione. “Un nuovo documento esclusivo confermerebbe che il premier Conte e il professor Alpa erano legati da interessi economici e professionali e quindi quest’ultimo non sarebbe potuto essere il commissario d’esame al concorso universitario di Caserta del 2002, con il quale Conte è diventato professore ordinario di diritto privato“, spiega l’articolo, rilanciato poi da varie agenzie di stampa come Affaritaliani.it.

In breve: Conte e Alpa fatturavano insieme e quindi Alpa non poteva esaminare al concorso l’attuale premier Conte per ottenere a Caserta la cattedra di professore ordinario di diritto privato:

Per un maggior approfondimento leggere QUI

Condividi!

Rispondi