Di Maio: dopo “mai con il partito di Bibbiano”, adesso “mai autostrade ai Benetton”

L’appello degli attivisti grillini su Twitter è condivisibile ed apprezzabile ma fa abbastanza tenerezza.

L’utente Stefano Gavi infatti scrive: “De Micheli non ci provare. In altri Paesi i ponti crollano per i terremoti non per colpa degli uomini. De Micheli la revoca delle concessioni ai Benetton è un obbligo morale oltre che civile”.

Un altro attivista grillino, Orlando Peluso, affidandosi alle parole del leader M5S Luigi Di Maio, riporta: “De Micheli non ci provare. Ieri sera il capo politico del M5s è stato chiaro e definitivo, mi auguro. Chi ha causato la morte di oltre quaranta persone non può più gestire questi servizi. Revocare immediatamente le concessioni alla famiglia Benetton”.

In fondo però stiamo parlando di lui:

Secondo noi i Benetton, con il Pd al governo, possono dormire sonni tranquilli. Esattamente come i “ladri” di bambini di Bibbiano. Il tempo comunque ci dirà chi avrà ragione.

Rispondi