Conflitto di interessi, la dissidente Elena Fattori (M5S): ‘Va affrontato quello di Casaleggio’

Alcune frange dei dissidenti grillini hanno messo in questione il rapporto tra Davide Casaleggio, presidente della Casaleggio Associati e dell’Associazione Rousseau, e il Movimento 5 Stelle.

Forza Italia ha promesso battaglia accusando i grillini di aver creato una norma favorevole al figlio del cofondatore del Movimento 5 Stelle. Nelle file pentastellate non manca chi vorrebbe estendere la norma sul conflitto di interessi anche ai possessori di piattaforme tecnologiche.

Secondo alcune indiscrezioni, alcuni malpancisti starebbero ragionando sulla possibilità di presentare degli emendamenti ad hoc alla proposta di legge della deputata pentastellata Anna Macina: “Bisogna anche affrontare il conflitto d’interessi di chi detiene piattaforme web: noi abbiamo una piattaforma che decide le sorti del Parlamento, detenuta da una srl privata e ora che siamo al governo la questione va affrontata”, ha dichiarato la senatrice dissidente del M5S Elena Fattori auspicando che “si discuta a fondo” su questa questione.

Dall’entourage di Davide Casaleggio hanno replicato che il presidente della piattaforma Rousseau la scorsa settimana è stato alla Camera un’intera giornata a disposizione dei parlamentari per rispondere alle loro domande, stigmatizzando l’assenza di Elena Fattori.

Fonte: Il Giornale

Rispondi