Con Pd e M5s il reddito di cittadinanza verrà ritoccato e andrà ad altri 500mila stranieri

I cittadini extracomunitari che hanno fatto richiesta per avere il reddito di cittadinanza sono ancora senza reddito di cittadinanza, grazie alla Lega

Da aprile le loro domande sono rimaste bloccate all’Inps, perché manca un decreto attuativo. Questo significa che gli stranieri provenienti da un Paese extraeuropeo non hanno ancora ricevuto nessun sussidio monetario mensile. 

La legge di conversione del “decretone” su reddito di cittadinanza e quota 100 ha infatti modificato i requisiti richiesti agli extracomunitari: serve una certificazione di reddito e patrimonio rilasciata dallo Stato di appartenenza. La famosa «clausola Ceccardi» imposta dalla Lega ai grillini. Che ora non avranno più nessun ostacolo per regalare i vostri soldi a tutti gli immigrati che l’hanno chiesto. Anche a quelli con patrimoni in patria.

Tolto di mezzo Salvini, il M5s torna alle origini e al proprio fasullo reddito di cittadinanza: che va agli immigrati invece che ai cittadini.

Come annunciato dal grillino dell’Inps, infatti, cadranno le clausole e i paletti voluti dalla Lega: si passa da 10 ad appena 5 anni di residenza e, soprattutto, verrà eliminato l’obbligo di dimostrare di non avere proprietà in patria. Clausola che aveva di fatto azzerato gli extracomunitari eleggibili per il reddito.

In sostanza: altri 500mila immigrati vivranno alle nostre spalle. Li paghiamo per sostituirci. Per figliare e facilitare la colonizzazione in atto. (VoxNews)

Rispondi