Cardinale africano contro immigrazione: ‘Miei compaesani non fuggono dalla guerra’

Il cardinale ghanese Peter Turkson è da anni contrario all’emigrazione africani e chiede di concentrarsi sui paesi di origine dei migranti.

“Il grande problema è quello di affrontare questo problema alla fonte, al fine di garantire che le persone non arrivino neanche in Europa. E’ come un rubinetto con l’acqua che scorre: non basta asciugare, si deve chiudere il rubinetto“, ha detto, precisando che la stragrande maggioranza dei paesi africani non sono aree di guerra in cui le persone devono fuggire. “Credo che possiamo cambiare le cose, tenere i giovani lì”. Con azioni opposte a quelle odierne: non finanziandoli, perché sono le classi medie ad emigrare clandestinamente. Le uniche che possono permettersi pagamenti di migliaia di dollari ai trafficanti.

Insomma, dice quello che tutti sanno: non sono profughi in fuga dalla guerra. Visto che non ci sono guerre. E non sono poveri, sono classi medie in cerca di opportunità.

Questa posizione non contraddice, secondo il cardinale, la nozione cristiana di agire da “buon samaritano” con le persone davvero in difficoltà e in sofferenza.

Fonte: VoxNews

Rispondi