Anche l’aggressore di Manchester è un “malato psichico”

L’uomo fermato ieri per aver accoltellato e ferito tre persone e seminato il terrore a Manchester, è sottoposto alla legge sulla malattia mentale, cioè è sospettato di problemi psichiatrici. 

L’uomo, un quarantenne — riporta BBC — è stato arrestato per aggressione, poi trasformata in “terrorismo”. In seguito, dopo che è stato visitato da “medici specialisti”, la polizia ha spostato la competenza sul caso al Mental Health Act, la legge che regola gli aspetti giuridici della malattia mentale. 

Ovviamente, l’uomo in questione non è inglese. Potrebbe essere africano o di qualche Paese arabo, come si evince al di fuori d’ogni dubbio dalla foto, ma a differenza dello sfigato neo-nazista tedesco, di lui non abbiamo né nome, né cognome, né altro. (VoxNews)

Un commento

  1. E PERCHE CAZZO LO HANNO FATTO ENTRARE? BENE ADESSO CI VUOLE UN PO DI CORRENTE A LUI E A QUELL’ALTRO CHE LO HA DICHIARATO COSII UN ELETTRODO IN CULO E UNO IN BOCCA E VENGO A DARE IO CORRENTE POI VEDIAMO SE RAGIONANO MEGLIO

Rispondi